CONVEGNO A PIAZZA MONTECITORIO DEL CENTRO STUDI ARCHE’ SUL TURISMO

0

Documento programmatico.

Convegno Destra/Sinistra quale rivalutazione del turismo nazionale per Stato e Regioni?, iniziativa facente parte del Ciclo di iniziative Spunti dipolitica 2005.
Lobiettivo che il Centro Studi Arch si propone di perseguire quello di offrire un contributo di riflessione sui temi istituzionali di grande attualit e dibattito nazionale, partendo dalla provocazione del reale e degli katexochn.
Richiesta al Governo, anche a fronte delle aumentate autonomie locali, di una politica generale e di un maggior coordinamento per il comparto che permetta il mantenimento di un alto livello di competitivit del sistema Italia sul mercato internazionale. 
In questottica si richiede uniniziativa dellOsservatorio Parlamentare per il Turismo a livello di marketing e di valorizzazione delle risorse turistiche, storiche, artistiche e culturali del bel paese in particolare nei seguenti Paesi: U.S.A. G.B. Germania Svizzera. per questo che in un quadro economico internazionale contraddistinto dallo sviluppo dei processi di globalizzazione, con quanto ne consegue in termini di inasprimento della concorrenza a tutti i livelli ed in tutti i settori, diviene essenziale per lofferta turistica italiana sapersi organizzare e presentarsi al mondo come sistema integrato. Oggi lindustria turismo Italia non riesce n ad offrire pacchetti di soggiorno itineranti e coordinati fra pi siti appartenenti a diverse regioni n a valorizzare limmagine degli oltre 10.000 siti italiani di grande interesse. 
Occorre porre in essere un modello di cooperazione tra Stato e Regioni anche perch non pu essere trascurata la sussistenza di materie di esclusiva competenza statale (ecosistema, concorrenza, beni culturali, promozione internazionale, eccetera). Debbano essere meglio individuati e coordinati i ruoli dei diversi attori e soggetti, pubblici e privati, non essendo utile abbandonare la governance del turismo ad uno sterile gioco di rivendicazioni di competenze.
L’interdisciplinariet del turismo, intesa come capacit di coinvolgere i diversi settori della nostra economia, rende indispensabile disporre di un luogo istituzionale dove tutti i soggetti possano discutere e trovare soluzioni alle problematiche del comparto per una politica turistica nazionale che valorizzi tutte le componenti, a partire dalle regioni, dalle province, dalle associazioni di settore, dagli operatori.
Inoltre in un contesto storico che ha recentemente (dalla tragedia dell11 settembre 2001) visto stravolte le politiche turistiche, la concorrenza al nostro paese sempre pi forte e meno considerata dalle istituzioni locali che introducono sempre maggiori imposte (es.: accesso degli autobus nei centri storici).

Il turismo lindustria pi importante del Paese se si considera lindotto. Ma segnaliamo un dato su cui riflettere molto attentamente: nel nostro Paese la propensione alloutgoing molto pi vivace rispetto allincoming degli stranieri in Italia come emerge dai dati 2003 del Touring e dellUic. Infatti il saldo valutario relativo ai primi otto mesi del 2004 mostra un calo di quasi il 12%. Dunque, si tratta di unindustria da tutelare e incentivare anche con un regime fiscale armonizzato a quello europeo. Gli occupati per lanno 2004 sono stimati in circa 2 milioni 300 mila unit oltre a 500mila unit nel sommerso; le presenze turistiche sono suddivise: 28% al Sud, 24% al Centro, 48% al Nord. In termini di spesa turistica (italiani e stranieri), questa si concentri prevalentemente nelle localit settentrionali (Sud 23%, Centro 25%, Nord 52%) e, dunque, ne consegue che il potenziale inespresso del Mezzogiorno enorme: Tci e Uic lo valutano in circa 11 miliardi di euro e 280 mila nuovi occupati nellarea. Infine, il fatturato del turismo culturale, una delle voci pi interessanti per quanto riguarda possibili occasioni di rilancio del territorio, ammonta a circa 21 miliardi di euro (oltre il 26% su un totale d 83 miliardi di euro). In particolare vi grande confusione e mancanza di organizzazioni di rappresentanza per le categorie: guide turistiche- accompagnatori interpreti.
Il convegno si terr presso la sala Cristallo dellHotel Nazionale, sito in Piazza Montecitorio, 131 a Roma, il giorno mercoled 02 febbraio 2005 alle ore 11.30.

Interverranno i seguenti relatori:
On. Gianantonio ARNOLDI Presidente dellOsservatorio Parlamentare per il Turismo e Deputato Forza Italia 
On. Teodoro BUONTEMPO Deputato Alleanza Nazionale e Segretario di Presidenza della Camera
Dr. Gabriele GORGO Consulente al Turismo della Regione Lazio
On. Maurizio FISTAROL Deputato Margherita e componente della I Commissione (Affari Costituzionali) 
Dr. Costanzo JANNOTTI PECCI Presidente Federturismo (Federazione Nazionale Industria Viaggi e Turismo)
On. Gianluigi MAGRI – Sottosegretario di Stato Ministero dellEconomia e della Finanze
On. Marilde PROVERA Deputato Rifondazione Comunista e componente della X Commissione (Turismo)
On. Antonio RUGGHIA Deputato Democratici di Sinistra e componente della X Commissione (Turismo)

Modera: Com. Andrea Ventura РPresidente Centro Studi Archè

Con il patrocinio dellOsservatorio Parlamentare per il Turismo.

Con il patrocinio ed il contributo dellAssessorato alla Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio.

RASSEGNA STAMPA

info@mauriziozini.com 

EASY-NEWS PRESS AGENCY
Copyright 2005

 

Share.

Leave A Reply